OB-COM: a bordo, a terra e in regia

Il sistema OB-COM si compone di tre elementi principali: l’In-Vehicle Camera Kit, il Trackside Kit e il Remote Server.

Il primo elemento è il complesso di apparecchiature che vanno installate a bordo del veicolo sul quale si vogliono realizzare le riprese (che possono essere in soggettiva o meno): innanzitutto una compatta videocamera IP in grado di filmare in alta definizione, e naturalmente il box con i sensori per la rilevazione dei dati telemetrici (VDS, Vehicle Data Sensor): quest’ultimo è uno dei dispositivi sviluppati in esclusiva da OB-COM completano il tutto una radio ricetrasmittente e la relativa antenna, il GPS e, se necessario, un sistema di alimentazione che consente il funzionamento autonomo rispetto all’impianto elettrico del veicolo.

Il Trackside Kit è l’infrastruttura di terra, che va collocata in prossimità del percorso (non necessariamente il tracciato di un autodromo) lungo il quale si muove il veicolo dotato dell’In-Vehicle Camera Kit: si tratta di radio ricetrasmittenti con le relative antenne e, naturalmente, la powerbox che alimenta il tutto.

Infine c’è il DAS (Data Analisys Software), ossia il server remoto che in sostanza coincide con la regia, e che è anch’esso un’esclusiva di OB-COM. Il sistema è concepito per lavorare indifferentemente con regie convenzionali oppure di tipo mobile, e nella sua configurazione base può gestire fino a 4 In-Vehicle Camera Kit.

Tutti gli apparati OB-COM, dunque non soltanto quelli che vanno installati a bordo del veicolo, sono miniaturizzati e facilmente trasportabili. Inoltre, tutti i prototipi attualmente in fase di test sono resistenti a urti, vibrazioni e infiltrazioni di acqua e polvere; le loro versioni definitive saranno ancora più curate anche sotto questi aspetti.